Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Partiti politici europei

Un partito politico a livello europeo è un’organizzazione che segue un programma politico, costituita da partiti nazionali e singole persone, e rappresentata in più Stati membri. Come affermato nel trattato, “i partiti politici a livello europeo sono un importante fattore per l'integrazione in seno all'Unione e contribuiscono a formare una coscienza europea e ad esprimere la volontà politica dei cittadini dell'Unione”.

 
 
Background
 

Che cos’è un partito politico a livello europeo?

Un partito politico a livello europeo è un’organizzazione che segue un programma politico, costituita da partiti nazionali e singole persone, e rappresentata in più Stati membri. Come affermato nel trattato, “i partiti politici a livello europeo sono un importante fattore per l'integrazione in seno all'Unione e contribuiscono a formare una coscienza europea e ad esprimere la volontà politica dei cittadini dell'Unione”.

 

Come viene finanziato un partito politico a livello europeo?

Dal luglio 2004, i partiti politici europei possono ricevere un finanziamento annuale dal Parlamento europeo. Il finanziamento prende la forma di una sovvenzione di funzionamento. Può coprire fino all'85% delle spese ammissibili di un partito, mentre il resto deve essere coperto da risorse proprie quali le quote di adesione e le donazioni.

 

Quali spese può coprire la sovvenzione?

La sovvenzione può essere usata per far fronte alle spese direttamente collegate agli obiettivi stabiliti nel programma politico del partito, quali:

  • riunioni e conferenze,
  • pubblicazioni, studi e pubblicità,
  • spese amministrative, spese per il personale e spese di viaggio,
  • spese per le campagne relative alle elezioni europee.

Si tratta delle spese ammissibili.

La sovvenzione non può essere usata, tra l’altro, per far fronte a spese quali:

  • spese per le campagne referendarie ed elettorali (salvo le elezioni europee),
  • finanziamento diretto o indiretto ai partiti nazionali, ai candidati alle elezioni e alle fondazioni politiche sia a livello nazionale che europeo,
  • debiti e costi del servizio di prestito.
 

Chi stabilisce le regole del finanziamento?

La base giuridica è costituita dall'articolo 10, paragrafo 4, del trattato sull'Unione europea e dall'articolo 224 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea. Le norme relative al finanziamento sono stabilite da un regolamento adottato dal Consiglio e dal Parlamento. Tale regolamento è stato soggetto a revisione per migliorare le condizioni per il finanziamento. Le norme di attuazione sono approvate dall’Ufficio di presidenza del Parlamento.

 
Per ulteriori informazioni consultare: